Materiali

Piani di lavoro, tavoli e isole


Acciaio inox

Tra i materiali più apprezzati per realizzare il Top della cucina c’è l’acciaio inox: materiale nobile utilizzato anche in parti non visibili, ma di uguale importanza di utilizzo, garantisce un grande effetto estetico, resistenza, praticità e massima igiene in cucina. Consente di creare soluzioni integrate, potendo saldare lavello e piano di cottura senza punti di giuntura.

acciaioinox
hpl

Laminato ad alta resistenza superficiale (HPL)

Il laminato HPL è ideale per applicazioni ad elevata stesura ed è disponibile in diverse qualità.
Vi invitiamo a visionare il catalogo presso il nostro negozio.

Piastrelle

Il Piano rivestito in piastrelle si ispira alla tradizione e all’atmosfera delle case di campagna. Il rivestimento del piano può essere realizzato in gres porcellanato, ceramica lavorata a mano, marmo. Sono molto resistenti al calore, agli urti e all’assorbimento. L’impiego di prodotti idrorepellenti in fase di posa ne aumenta la resistenza all’acqua facilitando manutenzione e pulizia delle fughe.

piastrelle
marmo

Quarzo, okite, marmo e granito

Materiali di alto pregio come il quarzo e il marmo si adattano a moltissimi stili di cucina.
Il Quarzo agglomerato è un materiale innovativo per i piani cucina: è uniforme e senza particolari variazioni, è resistente agli urti, alle abrasioni, all’attacco degli acidi alimentari piu’ comuni ed è impermeabile.
Il Marmo è da apprezzare per l’impagabile gradazione di colori e puo’ essere ben preservato con protettivi adeguati, o anticato come fosse già levigato dal tempo.

Pietra di Luserna

Ideale per creare uno stile rustico, ecologico, naturale. La pietra viene trattata con olio idro-repellente in modo da proteggerla. Di grande effetto la realizzazione del lavello in pietra assemblato con il piano di lavoro.

luserna
legno

Legno

Il piano in legno massello, prevalentemente di castagno, noce, rovere, abete, materiale ecologico e piacevole al tatto, conferisce un tocco unico alla cucina, ricreando un ambiente caldo e naturale.
Molto utilizzato anche per realizzare tavoli e isole.

Vetro e cristallo

Estremamente innovativa la scelta di utilizzare il cristallo per piani di lavoro in cucina, ed ovviamente altre applicazioni. Questo nuovo materiale supera alcuni limiti precedenti che ne vincolavano la vendita, si tratta di un vetro extrachiaro che può essere temprato e la parte inferiore può essere verniciata con i colori di campionario piuttosto che con i colori RAL/NCS.
Presenta un lato leggermente irruvidito e brillante, caratterizzato da una alta resistenza ai graffi, la bassissima porosità del lato trattato assicura anche la massima resistenza alle impronte, nonchè grande facilità di pulizia.

vetro

Mobili in legno

Fino dagli albori della civilta’, il legno e’ stato il materiale piu’ amato e utilizzato per realizzare l’arredamento. Il legno è ecologico, malleabile e resistente. Non c’e’ cucina piu’ calda, affascinante e profumata di quella arredata con mobili in legno lucidati e incerati. Noi vi diamo la possibilita’ di scegliere fra molte tipologie di legno per realizzare non solo la vostra cucina ma tutti i mobili della vostra casa su misura. Con infinite possibilità di personalizzare colori, finiture, intagli e lavorazioni.


Abete

Legno dolce con cui si costruiscono carcasse e mobili “poveri”. Si distingue in Abete bianco (abies pectinata) e Abete rosso (abies excelsa). Un tempo il mobilio costruito in abete non era considerato pregiato, oggi invece e’ apprezzato e ricercato per arredamenti rustici. Il legno si presenta di colore chiaro, ricco di nodosita’ con il poro molto aperto. Valutazioni elevate possono avere i mobili in abete proveniente dalla fascia pedemontana che va dalla Liguria alle valli del Trentino Alto Adige e del Friuli. Quasi introvabili quelli dipinti.

abete
castagno

Castagno

Legno molto usato per le costruzioni di mobili nell’Italia centrale. E’ di colore marrone con tonalità chiare e scure. E’ compatto ma poco flessibile. Per essere di buona qualita’ deve essere molto stagionato, perche’ tende a muoversi e a spaccarsi. Un tempo veniva utilizzato per imitare il noce e la quercia.

Rovere

Questo tipo di quercia appenninica (quercus robur) e’ caratterizzato dalla robustezza e dall’alto grado di durezza e resistenza all’urto. Venne impiegato per la costruzione di mobili in Francia, Italia e Inghilterra specialmente in epoca gotica.

rovere
olmo

Olmo

Legno duro, resistente, di colore marrone chiaro che si scurisce con il tempo. E’ usato in tutta Europa per mobili rustici. Specialmente in Inghilterra venne usato per lavori d’intarsio. La sua vena fibrosa lo rende ideale per la realizzazione dei piani delle sedie. Si ottengono buoni risultati durante la finitura sia nella lucidatura e sia nel trattamento a cera d’api.

Noce

Il noce di tipo europeo è il legno principe dell’ebanisteria. Ha consistenza dura ma duttile nella lavorazione, le venature sono bellissime e creano affascinanti disegni. Il colore comprende tutte le sfumature del marrone e invecchiando assume una tonalità rossiccia inimitabile. Il suo utilizzo e’ diffuso in tutta Europa dal XVI secolo. Ha un costo elevato, per cui viene utilizzato molto spesso per impiallacciare. Rifinito con la gommalacca, da’ splendidi risultati. I pezzi più antichi vanno trattati e lucidati solo a cera d’api.

noce
mogano

Mogano

Immediatamente identificabile dal colore rosso deciso e dalle bellissime venature, e’ molto resistente all’incurvatura e al trascorrere del tempo. E’ uno tra i legni più pregiati. In natura si trova di diversi tipi, molto ricercato per la sua qualità e durezza.